Vale più di 4 miliardi di euro l’impatto della community di Airbnb sul PIL italiano I dati su host e guest in Italia nel corso del 2016

Quanti sono gli host nel nostro Paese? Che impatto ha l’home sharing nell’economia italiana? Quanto guadagna in media un host condividendo la propria casa? Quanti sono i viaggiatori che hanno usato Airbnb in Italia nell’ultimo anno? E quanto hanno speso nei negozi locali?

Sono alcune delle domande a cui risponde il nuovo report di Airbnb sugli impatti economici della community italiana nel corso del 2016.

Gli host


121.000 il numero di host attivi in Italia nel 2016

44 l'età media degli host italiani

2.200€ il guadagno annuo medio degli host

54% la percentuale di donne fra gli host italiani

Nel 2016 gli host italiani attivi sono stati oltre 121.000, presenti su tutto il territorio. La loro età media risulta di 44 anni.

Complessivamente nel corso degli ultimi 12 mesi condividendo le loro case hanno guadagnato 621 milioni di euro. Tante famiglie e proprietari di casa hanno potuto, così, trasformare la propria abitazione da un costo a una possibilità per piccoli guadagni, a integrazione del reddito familiare. Una nuova opportunità. In media hanno affittato la propria stanza o casa per 23 giorni all’anno, per un guadagno di 2,200 €.

I guadagni cambiano da zona a zona del Paese. Se in Salento, per esempio, il guadagno medio annuo è stato di 1,400 €, sul lago di Como è stato di 3,900 €, in Versilia di 2,800 €, nelle Cinque Terre di 7,900 €, lungo la costiera amalfitana di 5,300 € e in Trentino di 1,500 €.

Gli ospiti


5,6 milioni il numero di ospiti Airbnb in Italia nel corso dell'ultimo anno

3,5 miliardi la spesa degli ospiti Airbnb presso le attività commerciali locali

5,6 milioni di visitatori sono arrivati nel nostro paese con Airbnb nel 2016. Gli ospiti sono in forte crescita dai 3,6 milioni del 2015. La grande maggioranza di questi sono europei (circa il 70%) e oltre un quinto arriva dal Nord America (17%).

Gli utenti di Airbnb rimangono in media 3,6 notti per viaggio. Cercano un’esperienza di viaggio unica, che li avvicini alle persone del posto a luoghi fuori dai percorsi turistici più battuti: oltre il 90% di loro ha affermato di aver scelto Airbnb perché alla ricerca di un’esperienza più autentica e 3 su 4 perché alla ricerca di una possibilità di conoscere meglio il quartiere del soggiorno.

Nel 2016 i guest hanno speso oltre 3,5 miliardi di euro presso negozi e attività commerciali durante la loro permanenza in Italia.

Impatto economico complessivo


4,1 miliardi di euro l'impatto totale sulle attività economiche in Italia nel 2016

171 euro la spesa media, per giorno, del tipico ospite Airbnb in Italia

La community di Airbnb stimola una crescita economica nuova e sostenibile.

Il rapporto, che include tutti i viaggi prenotati in Italia da gennaio a tutto dicembre 2016, dimostra un impatto complessivo generato sulle attività economiche in Italia di 4,1 miliardi di euro nel corso dell’ultimo anno (guadagno totale degli host pari a 621 milioni di euro in aggregato nel 2016 + 3,5 miliardi di euro di spese stimate).

A beneficiarne è l’intero indotto turistico e dell’accoglienza, specie nelle aree solitamente meno visitate.

Scarica il report qui.